Mastering F.A.Q.

1Il Mastering
Se sei arrivato a leggere queste FAQ sicuramente non sei di passaggio e vorrai sapere cosa si fa in questo studio.
Vorrei evitare di annoiarti spiegandoti cosa e' il mastering, cosa che tra l'altro potete facilmente trovare in rete su wikipedia o qualche altro sito.
Quello che vorrei che tu sappia e' che cosa e' per me il mastering.
E' il mio lavoro.
E' sapere cosa puo' servire a migliorare il tuo lavoro, la tua produzione musicale.
E' consigliarti il procedimento migliore per ottenere il massimo risultato sonoro possibile.
E' scegliere la tecnologia per farlo.
E' decidere quale equalizzatore usare per ottenere un preciso suono.
E' dare peso ai dettagli, ai minimi dettagli, come la sfumata tra un brano e un altro oppure quale dither usare.
E' sapere di non poter cambiare le note delle tue canzoni ma di poter esaltare la sensazione che offrono.
E' sapere quando fermarsi e ascoltare.
E' sentire che finalmente la vostra musica sta comunicando qualcosa.
2Quale Mastering scegliere
96khz.it mastering studio offre l'opportunità di scegliere tra:

  • Stereo Mastering
  • Stem Mastering

Lo stereo mastering e' dedicato a tutti coloro che devono finalizzare il loro prodotto e preparare un master pronto per la diffusione di massa sia in formato digitale che fisico su CD.

Lo stem mastering e' rivolto a chi, oltre a quanto detto sullo stereo mastering, vuole avere il maggior controllo possibile sul suono oppure a chi ha realizzato dei mix in cui ci siano problemi evidenti nella sonorità generale e dove solo l'intervento sui singoli stem (gruppi) permetterebbe alla canzone di esprimere il massimo del suo potenziale.

Puoi trovare informazioni piu' dettagliate nelle pagine dedicate alla sezione audio mastering.
3Online Mastering
Se non hai la possibilita' di recarti in studio ed assistere alla sessione di mastering, puoi scegliere il nostro servizio di Online Mastering.
Se ti stai chiedendo se ci siano differenze tra il mastering effettuato in studio oppure online, la risposta e' : alcune.

  • Lavorando insieme in studio si ha ad esempio un confronto immediato su alcune scelte che possono modificare il lavoro radicalmente.
  • La comunicazione durante il lavoro di mastering online ha una latenza. Occorre che prima tu senta una versione del mastering di un brano per poi risentirci e procedere con alcune modifiche o dritte.
  • In una sessione di mastering online potrebbe servire piu' tempo di una sessione in studio.
  • Il costo del mastering online e' piu' conveniente. Questo perche' si utilizzano tempi liberi di studio.
  • Un grande vantaggio del mastering online e' condividere con chi ha partecipato al progetto le diverse versioni dei brani masterizzati sfruttando il tuo account personale ed inoltre poterle ascoltare ognuno nel proprio impianto di riferimento.
4Session Start
Conoscere tecnicamente nel dettaglio il vostro lavoro e' per noi molto importante in quanto ci permette di lavorarare piu' velocemente, evitando errori.

Se non sei a conoscenza di queste informazioni possiamo contattare noi direttamente lo studio in cui hai registrato/mixato e parlare con il tecnico con cui hai lavorato.

Inoltre, per gestire al meglio il vostro lavoro, e' sempre meglio indicare a 96khz.it una eventuale deadline del lavoro per quanto possibile.

Sei invitato a visitare la pagina terms&conditions per ulteriori informazioni di natura non tecnica.
5Session Files
Generalmente per il mastering si preferiscono files del mix senza processamenti (compressori, limiter, ...) ed alla risoluzione di 24bit.
Puoi comunque aggiungere un tuo mix reference (cioe' con una tua catena premaster di compressore/limiter/eq), cosi' come approvato dalla tua casa discografica.

Evita i clip digitali dovuti a livelli di registrazione del mix troppo elevati (oltre lo 0 dBfs) per conservare l'integrita' del mix stesso.

Evita i fades iniziali e finali sul mix e/o gli stems; aggiungere piuttosto un file mix con i fades come riferimento.

In caso di stem-mastering, aggiungi sempre anche il file del tuo mix come reference.
Gli stems devono essere registrati sempre senza alcun processamento sul tuo master-out e devono iniziare sempre dalla stessa misura. Si consiglia inoltre di aggiungere uno starter a tutte le tracce stems per verificare la sincronizzazione tra esse.

E' importante nominare i files in modo chiaro ed univoco (ad es. versione "more vox", oppure "no basso") ed indicando eventuali processi sui files.

Indicare inoltre i bpm dei brani, key, meter e comunicarci preventivamente su quale sistema avete mixato/registrato (protools, logic, nuendo, cubase, ...), quale versione software, sistema OS, a quale sample rate e bit-depth (ad es. 44khz - 24 bit).

In caso di sessioni mix o recording contattaci.
6Tempistiche
Il mastering stereo di 1 brano richiede fino a 2 ore di lavoro.
Lo stem mastering di un brano richiede fino a 4 ore di lavoro.
Il mastering stereo di un LP (10-12 canzoni) richiede mediamente un giorno lavorativo.
1 mix richiede mediamente 1 giorno di lavoro.

Tutte le tempistiche sono una stima su un progetto che non presenta particolari difficolta' di lavorazione.

Solo un preascolto del materiale consente di essere piu' precisi sui tempi e sui costi di lavoro. Il preascolto e' gratuito e senza impegno.

Dove fosse necessario editing sulle tracce e/o tuning delle voci, i tempi e i costi verranno modificati di conseguenza e il lavoro verra' nuovamente preventivato prima di iniziare la sessione.
7Label Copy
Per finalizzare il lavoro sono necessarie alcune informazioni essenziali che dovranno essere fornite a 96khz.it.
Una delle informazioni primarie e' la label-copy cioe' un documento o un file di testo (word, excel, txt, ...) con la tracklist dei brani da masterizzare e i loro rispettivi codici ISRC, codice UPC/EAN, numero di catalogo, nome dei brani, autore/artista, copyright.

Conviene preparare questa documentazione prima di prenotare una sessione di mastering per non dover interrompere il lavoro e rimandarlo a date successive.

In questo caso i tempi potrebbero non essere piu' rispettati in quanto si incorrerebbe in overbooking dello studio.
Inoltre non avere una label-copy precisa, dettagliata e per tempo, potrebbe generare errori durante la compilazione del PMCD o del DDPi.

Viene comunque garantita la sostituzione immediata in caso di errori o problemi con i PMCD o DDPi.
8Codici ISRC
ISRC significa "codice standard di registrazione internazionale" ed e' un sistema utilizzato per identificare univocamente le registrazioni audio e video a livello internazionale.

La sua struttura e' cosi' visualizzabile: IT-A01-09-01001.

I primi due caratteri "IT" identificano il paese (IT=Italia).
I successivi tre "A01" identificano il codice produttore che viene assegnato gratuitamente dalla FIMI a chiunque ne faccia richiesta.
I caratteri "09" indicano l'anno di realizzazione della registrazione.
Gli ultimi cinque "01001" identificano la canzone o il video.

Ogni canzone (o video) avra' il suo unico codice ISRC che sara' assegnato dal produttore stesso.

Per maggiori informazioni rimandiamo al seguente link della FIMI.
9Codice UPC/EAN
UPC significa "Universal Product Code".
E' il codice in uso negli Stati Uniti ed e' totalmente compatibile con il codice EAN (European Article Number) utilizzato in Europa.

L' UPC e L'EAN sono i codici a barre che troviamo sulla confezione di qualsiasi prodotto commercializzato.

Per quanto concerne i cd/dvd musicali o video, si utilizza in Europa il codice EAN-13, composto da 13 cifre.
Esso viene inserito sia in forma visiva, e quindi stampato sulla confezione del cd in vendita, sia in forma digitale nel cd stesso.

Il codice EAN viene inserito durante la compilazione del PMCD.

Per ulteriori informazioni puoi visitare il seguente LINK.
10PMCD
Il processo che segue la parte creativa del mastering (EQ, compressione, ...) e' la compilazione del PMCD (premaster CD) cioe' quel supporto che verra' consegnato direttamente alla fabbrica per la replicazione o la duplicazione.

In questa fase vengono inseriti i codici (PQ encoding) da voi forniti con la label-copy.

Il procedimento e' delicato e richiede una particolare attenzione durante la stampa del PMCD in Redbook standard e durante la sua verifica digitale e ascolto.

96khz.it utilizza i migliori supporti CD su masterizzatori Plextor e verifica errori con Plextools Professional.

Puo' essere fornito il master in formato DDPi 2.0 se richiesto dalla tua casa discografica o replication plant.

11DDPi
DDPi (Disc Description Protocol immagine) è il moderno standard di settore per la consegna di premasters audio. E' un metodo veloce, comodo e sicuro per trasferire immediatamente il tuo EP o LP dal nostro Mastering Studio alla fabbrica di CD. Il set di files DDPi include i files audio, i codici PQ, ISRC e UPC/EAN, CD-TEXT, e dati aggiuntivi.
Hai la possibilità di ascoltare e controllare tutti codici inseriti nel set DDPi attraverso il nostro lettore DDPi personalizzato. Puoi inoltre scaricare files direttamente oppure stampare un ref CD.
12Fine lavori
Terminata la fase di creazione del PMCD o DDPi e/o prima di caricare i files masterizzati ad alta risoluzione sul tuo account, viene emessa fattura del lavoro e si attende il pagamento.

Solo ad avvenuto pagamento vengono spediti i PMCD e i files di cui sopra.

Hai qualche altra domanda?

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio


Accetto i termini di servizio e privacy